Chi è lo psicoterapeuta

Cosa fa uno psicoterapeuta e qual è la sua mansione in ambito clinico.

Dove può intervenire e come.

psicoterapeuta

Chi è lo Psicoterapeuta

Spesso alla domanda chi è lo psicoterapeuta, non sappiamo rispondere, o peggio, pensiamo di inquadrare gli psicoterapeuti come psicologi o psichiatri.

Vediamo come distinguere questa figura in ambito sanitario, e quali sono, inoltre, le differenze tra le diverse, anche se simili, professioni mediche.

Lo psicoterapeuta è uno psicologo, o un medico, che ha acquisito una specifica formazione professionale frequentando una scuola  di specializzazione in psicoterapia.

Al fine di non creare equivoci la Legge 56/89 infatti, nell’articolo 3 comma 1 chiarisce definitivamente tale inquadramento professionale.

Nella legge, infatti risulta che: “L’esercizio dell’attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi,  dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia. Mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali, che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia”.

A differenza dello psicologo, lo psicologo-psico-terapeuta o il medico-psicoterapeuta può praticare la psicoterapia in modo del tutto legale. Dato che, in passato, ha arricchito il proprio percorso formativo con altri corsi specifici.

Nello svolgimento della sua attività lavorativa, lo psicoterapeuta riconosciuto, si avvale del colloquio, e di specifiche tecniche basate su modelli teorici.

Inoltre, è egli stesso strumento in grado di rendere attivo il paziente. In modo tale che sia lui ad agire in prima persona, condividendo, insieme con il professionista, la responsabilità della cura scelta.

Dunque chi è e cosa può fare uno psicoterapeuta?

Può essere sia medico che psicologo purché provenga da un adeguato percorso formativo.

Grazie al quale sarà in grado di occuparsi di prevenzione, risoluzione dei problemi psicologici e della riabilitazione.

Va da sé che in base alla sua formazione, medica o psicologica, avrà una visione differente dei disturbi del paziente. Se medico potrà scegliere di somministrare anche farmaci.

Lo psichiatra

Ancora oggi, purtroppo, le varie figure psicologiche vengono spesso mal interpretate, e può nascere molta confusione nel distinguerle.

Come ad esempio nell’interpretare l’attività dello  psichiatra. Quest’ultimo, nello specifico, ha un approccio fondamentalmente medico, e agisce sulla fisiologia del problema.

Può somministrare anche terapie farmacologiche.

Ma lo psichiatra può essere uno psicoterapeuta? Si, purché abbia frequentato una scuola di specializzazione riconosciuta per almeno 4 anni.

Come scegliere

Adesso, sono sicura che ti starai chiedendo da chi dovresti rivolgerti per il tuo disturbo. Oppure se sei nelle mani giuste, o meno!

Proprio per questo è importante una consulenza preliminare che consiglio di fare al paziente, prima di intraprendere un percorso risolutivo.

Grazie alla possibilità di capire come intervenire, infatti, potrai finalmente scegliere il professionista più adatto a te. E non perderti tra le tante figure professionali a disposizione.